Mi bagno

Mi bagno
14 ottobre 2014 mauro

Cerco le tue mani

Le sposto su di me.

Sfiorami

Toccami

Toccami ancora.

Mi bagno

Come una spugna in una vasca.

Strizzami

Il mio corpo morbido si fa duro

Sento i piedi paralizzarsi

Sento i liquidi

che escono dai miei pori

Bevimi

Dissetati

Fino all’ultima goccia.

Non essere cauto

Non aver paura di rompere questo bicchiere.

Sono di cristallo.

E oggi tu sei il nobile che beve dalla mia coppa.