L’attesa 

L’attesa 
22 settembre 2014 mauro

Ti aspetto

e intanto mi emoziono

guardando uno stupido reality sul pc

che mi fa venire la pelle d’oca

ma forse è la febbre

l’antibiotico

il latte e miele

che mi trascina in bagno

come tu mi trascini a letto

ma il letto è ancora fresco di bucato

aspetta te

mentre io ti aspetto steso sul pavimento

illuminato dallo streaming

come dall’insegna di una lavanderia a gettoni

che sa di giorni vissuti e di giorni che attendono

li incideremo su un nastro magnetico

liberi di ingarbugliarsi per poi sbrigliarli

di sbrigliarsi per poi con le dita riavvolgerli

di strapparsi per poi con lo scotch rimontarli.

E sentirli

come ricordi che parlano anche se il walkman è archeologia.