Il vero miracolato dal Natale

Il vero miracolato dal Natale
24 dicembre 2013 mauro

Comprò una boccetta di tintura per barba
Una camicia hipster con quadri rossi, verdi e grigi
Un paio di jeans superskinny e una panciera stretch
Le scarpe su Amazon BuyVIP, un cappello da H&M
E una porzione di carne di renna all’Ikea
Comprò tutto senza pagare
In anni di acquisti aveva accumulato una fortuna in sconti
E ora aveva deciso che era giunto il momento di scontare
I bambini se ne sarebbero fatti una ragione
I genitori si sarebbero sentiti richiamati ai loro doveri

Lo chiamavano Babbo senza aver mai procreato
Lo chiamavano Santa senza aver mai miracolato

Meditava su questo, seguendo un tutorial su youtube
Piegava origami, usava carta da lettere
Non le leggeva più, si affidava ai post su Facebook
Ai big data, c’era stato anche lui dietro al Datagate
Ma si preferì non fare uscire il suo nome
Si era messo a dieta, per i libri venduti Dukan gliene fece una personalizzata
aveva perso 33 chili come gli anni di Cristo con cui condivideva il compleanno
ma quello aveva fatto una brutta fine, lui invece si godeva la sauna in Lapponia
E si sentiva Dio, con la differenza che lui non passava attraverso le pareti
ma da quando aveva stretto un accordo con l’UPS, fanculo ai camini

Lo chiamavano Babbo senza aver mai procreato
Lo chiamavano Santa senza aver mai miracolato