Lavaggio a 90 gradi

Lavaggio a 90 gradi
29 novembre 2013 mauro

Tu mi fai volare.

“La prossima volta metterò meno detersivo nella lavatrice. Promesso”.

Perché? Io mi ci immergerei ora, vestita. Sembra una nuvola.

“Mi porteresti con te?”

Hai fiato abbastanza?

“Potresti baciarmi tutto il tempo. Un bacio rotante”.

Un bacio schiumato.

“Mi verrebbe da dirti che ti amo da morire”.

Dimmelo.

“Schiumo. Come in un lavaggio a 90 gradi”.

Sei caldo. Per questo ti porto con me.

“Tu mi centrifughi. Lavi via i pensieri”.

Ammorbidiscimi, ma non troppo, altrimenti infeltrisco.

“Ora però stendiamoci. A pancia in su. Ci sono le nuvole”.

Guarda. Hanno le nostre forme.